home/i monumenti/

Cappella della Madonna del Carmine

Precedente Su Successiva


Nell'antico casale di Sirignano, localitÓ in cui nasce il celebre poeta Basilio Giannelli, scendendo in un suggestivo vicolo, si giunge alla Cappella della Madonna del Carmine, edificata nel 1799. Al di sopra della porta di ingresso, nel frontone, Ŕ presente una scritta dalla quale si apprende che il suolo, dove sorge attualmente la piccola chiesa, Ŕ stato donato da un certo avvocato Napolitano e che il luogo di culto Ŕ dedicato a Domenico Iadanza. Alla destra dell'altare, su una lapide, si legge che questi nasce in Foglianise il 22 marzo 1856, da Giovanni Iadanza e Mirabile Lepore. Deceduto il 9 novembre 1872, alla giovane etÓ di 16 anni, viene tumulato nel cimitero del Convento della SS. Annunziata. Essendo i genitori possessori di una cappella gentilizia, con diritti di patronato, dedicata alla Madonna del Monte Carmelo, inoltrano un'istanza alle autoritÓ competenti per disseppellire il figlio e deporre i suoi resti mortali all'interno della cappella di famiglia. La salma viene posta nel lato destro della chiesa, contenuta in un sarcofago, il 13 aprile 1873. La cappella presenta un unico altare, al di sopra del quale appare un quadro della Madonna del Monte Carmelo. Il soffitto dipinto racchiude l'immagine della Madonna che reca in braccio il Figlio del Signore; Ŕ visibile anche l'abitino. Ai lati dell'altare, Ŕ possibile ammirare una statua della Madonna ed una di San Pio da Pietrelcina. I devoti, inoltre, recitano la Via Crucis, soffermandosi alle stazioni presenti sulle pareti della piccola chiesa.

la Cappella della Madonna del Carmine; in alto una foto d'epoca che ritrae l'altare


Precedente Su Successiva